Ma come me c'è una tribù di gente che alla fine NON SI ARRENDE!

Adenopatie, Leucemie,Linfomi e Paragangliomi

Forum di esperienze personali su Linfoadenopatie, Paragangliomi, Linfomi Hodgkin e non Hodgkin Leucemie,Mielomi e relativi protocolli di cura.

Oggi è 21 set 2018, 16:20

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: LDH DEL MIO COMPAGNO...COME IL PAPA'
MessaggioInviato: 20 apr 2012, 11:54 
Non connesso
Nuovo Utente
Nuovo Utente

Iscritto il: 15 mar 2012, 12:02
Messaggi: 9
sesso: f
NONOSTANTE CI SI OSTINI A DIRE CHE NON ESISTE CORRELAZIONE GENETICA....FATICO A CREDERCI...
IL MIO COMPAGNO HA LDH IN REMISSIONE, SUO PADRE NEL '76 FU COLPITO DALLA STESSA MALATTIA...CON ESITO POSITIVO ANCHE SE SI GIOCO' LA MILZA...POI LE RADIO FECERO IL RESTO PROCURANDOGLI UNA MIOCARDIA DILATATIVA CHE NEL 2002 LO PORTO' ALLA MORTE.
SONO UN PO' IGNORANTE...CHE SI DICE ULTIMAMENTE PER QUANTO RIGUARDA LA FAMILIARITA'?!?


Top
 Profilo Invia messaggio privato  
 
MessaggioInviato: 21 apr 2012, 6:16 
Non connesso
veterano
veterano

Iscritto il: 20 apr 2011, 3:13
Messaggi: 336
sesso: m
elena82 ha scritto:
NONOSTANTE CI SI OSTINI A DIRE CHE NON ESISTE CORRELAZIONE GENETICA....FATICO A CREDERCI...
IL MIO COMPAGNO HA LDH IN REMISSIONE, SUO PADRE NEL '76 FU COLPITO DALLA STESSA MALATTIA...CON ESITO POSITIVO ANCHE SE SI GIOCO' LA MILZA...POI LE RADIO FECERO IL RESTO PROCURANDOGLI UNA MIOCARDIA DILATATIVA CHE NEL 2002 LO PORTO' ALLA MORTE.
SONO UN PO' IGNORANTE...CHE SI DICE ULTIMAMENTE PER QUANTO RIGUARDA LA FAMILIARITA'?!?


Da quel poco che so c'è una distinzione fra familiarità ed ereditarietà.

Una malattia si definisce ereditaria quando è stabilita, con certezza, una trasmissione genetica della stessa.

Si parla invece di familiarità quando si nota una certa prevalenza in determinate popolazioni familiari della medesima malattia.

Nel linfoma si è notata una certa familiarità, ma non certo può parlarsi di ereditarietà, allo stato.

In bocca al lupo per il tuo compagno.


Top
 Profilo Invia messaggio privato  
 
MessaggioInviato: 29 apr 2012, 10:34 
Non connesso
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Avatar utente

Iscritto il: 22 ott 2010, 10:15
Messaggi: 1
sesso: m
Esiste una disciplina che è più di una semplice teoria - si basa sull'osservazione effettuata durante una lunga vita da medico di pazienti portatori di "terreno oncologico" e spiegherebbe elegantemente sia l'oncogenesi che spesso è ricorrente in un determinato albero genealogico, sia l'assenza di cancro in determinati individui che pure frequentano noti e notissimi "fattori di rischio" (alcool, fumo, stile di alimentazione e vita errati) - In questa disciplina (semeiotica biofisica del dott.Sergio Stagnaro di Riva Trigoso) si sono "isolati" diversi tipi di "terreni" tra i quali anche quello "oncologico" . Questo in particolare è stato correlato (con valutazioni sistematiche ovviamente , non con sola pura teoria) ad essere ereditato dal DNA mitocondriale materno - la predisposizione al cancro si erediterebbe dunque SOLO per via materna - questo significa che una madre potrà possedere un "terreno oncologico" senza mai ammalarsi di cancro , ma che potrebbe avere trasmesso questo "terreno" (non è sistematica la trasmissione alla progenie) ad un figlio o ad una figlia che a loro volta potrebbe esitare in un cancro oppure rimanere un latente terreno e nulla più, e qui entrano in gioco stile di vita e fattori di rischio. Ovviamente esiste una metodica diagnostica per questo tipo di valutazioni ed esiste la possibilità mediante questa metodica di valutare se un farmaco sia capace di modificare questo terreno oppure se lo lascia invariato - il dott.Stagnaro ha identificato nella melatonina-coniugata secondo Di Bella-Ferrari una delle molecole "protettive" capaci di modificare questo "assetto" di "terreno oncologico" modificandolo in senso positivo per il paziente (nel senso che ne diminuisce la pericolosità di evoluzione neoplastica) - la cosi detta "prova del nove" si è negli anni evidenziata sia in pazienti (portatori di "terreno oncologico") che assumendola non sono andati incontro a neoplasia, sia in pazienti che avendo sostituito questo tipo di melatonina con altri tipi in libera vendita nei drugstore americani hanno visto "riaffiorare " il loro "terreno oncologico" , terreno andato ancora in (chiamiamola così) "remissione" una volta reintrodotta la melatonina corretta - al di là delle considerazioni che si possono fare assumere per vera l'esistenza di questo tipo di predisposizioni al cancro spiega bene persone che fumano o bevono lungamente per tutta una vita e che non esitano in neoplasie -


Top
 Profilo Invia messaggio privato  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 

LDH DEL MIO COMPAGNO...COME IL PAPA'

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010





Google