Ma come me c'è una tribù di gente che alla fine NON SI ARRENDE!

Adenopatie, Leucemie,Linfomi e Paragangliomi

Forum di esperienze personali su Linfoadenopatie, Paragangliomi, Linfomi Hodgkin e non Hodgkin Leucemie,Mielomi e relativi protocolli di cura.

Oggi è 21 giu 2018, 10:03

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: la fine del malato immaginario?
MessaggioInviato: 13 ago 2015, 11:58 
Non connesso
Nuovo Utente
Nuovo Utente

Iscritto il: 9 ago 2015, 17:55
Messaggi: 7
sesso: f
Salve,
è a prima volta che scrivo in un forum ma questo l'ho trovato davvero utile, positivo e forse il luogo migliore dove un ipocondriaco puo' trovarsi su internet. La mia storia inizia tre mesi fa. Devo premettere che vivo attualmente a Zurigo insieme alla mia compagna che è tedesco-svizzera (è arrivata in Svizzera da Lipsia all'età di 12 anni); non lo dico per vantarmi (anche se potrei: è bellissima!) ma perché da una sua vicissitudine inizia ironicamente la mia. Qualche mese fa le diagnosticano un tumore alla tiroide. Devono asportare per capire se benigno o meno. Io, che sette anni fa sono caduta in una spirale depressivo-ipocondriaca dalla quale sono uscita dopo un anno di analisi, mi ricordo in preda al terrore di aver pensato "speriamo di riuscire a starle accanto senza star male". Detto fatto. Lei, che è esattamente il mio contrario in fatto di malattie, ospedali, ecc (fa l'ostetrica) è uscita alla grande dall'operazione e la massa tumorale si è rilevata fortunatamente del tutto benigna. Io cominciai all'epoca a toccarmi un po' dappertutto, senza farci caso, inconsapevolmente. E così' tre mesi e mezzo fa scopro un piccolo linfonodo laterocervicale che faceva capolino. Visita dal dottore, in Italia, che mi rassicura totalmente. Da li' comincio pero' a guardare in internet e non mi convinco per niente della normalità di questo aggeggio che poi da chissà quando era li. Allora faccio analisi del sangue ed ecografia. Nel frattempo, dopo attente letture sul web, sento pruriti vari. L'eco e le analisi sono ok (il linfonodo e 2mm). Da li' quasi mi convinco che il percorso che devo fare io è psicanalitico. Prendo contatti con una psichiatra qua in Svizzera, faccio l'assicurazione sanitaria (qua il sistema è maledettamente americano) e cerco di vivere la mia vita. Fisicamente non ho stanchezza, calo di peso, niente di niente. Poi pero' una notte comincio a sudare. Non sono sudate da inzuppare le lenzuola ma certi colpi di sudore che i bagnano petto e nuca. Cinque notti si, due o tre no. Il prurito c'è sempre ma sinceramente non so se ci avrei fatto caso se non avessi saputo il suo essere sintomo di linfoma. Poi per caso sotto la doccia vedo la pelle un po' rossa all'inguine ed ecco che trovo vari linfonodi palpabilissimi. Ne posso toccare quasi una decina. Alcuni minuscoli, un paio un po' più' grossi. Faccio (a pagamento) una visita da un ematologo che pero' dal mio racconto evince soprattutto molta ansia. Guarda le analisi, guarda l'eco del collo e palpa i linfonodi all'inguine dicendomi che sono tutti sicuramente più' piccoli di 1 cm e che non mi consiglia neanche un'ecografia. Da due o tre notti sudo meno o quasi per niente anche se, come stanotte, il prurito mi sembra svegliarmi ma come dei pizzichi di zanzara non un vero e proprio prurito diffuso. Inoltre da un paio di giorni sento un accenno di reflusso gastrico, qualche mal di pancia e subito la paura va a tipi di linfomi extranodali, magari mantellare. Ammetto che sarebbe estremamente difficile essere riuscita a fare, da ricercatrice sociale quale sono, una diagnosi differenziale così' complicata pure per gli specialisti, ma sento che qualcosa non va. Siccome il delirio mi accompagna da tre mesi e tutte le visite mi hanno tranquillizzato, conoscenti e amici mi stanno quasi impedendo di andare oltre con le indagini mentre io sono ancora convintissima che le cose non quadrino. Settimana prossima scendo in Italia. Forse l'occasione per saperne di più'. Quello che vi chiedo, evitando esami troppo invasivi, come posso fare a saperne qualcosa di più'? esami del sangue più' specifici, immagino....
grazie a tutti per le eventuali risposte e soprattutto un grande in bocca al lupo e tanti complimenti per il vostro stato d'animo e forza interiore.
Irene.


Top
 Profilo Invia messaggio privato  
 
 Oggetto del messaggio: Re: la fine del malato immaginario?
MessaggioInviato: 13 ago 2015, 17:52 
Non connesso
piccolopassista d.o.c.
piccolopassista d.o.c.
Avatar utente

Iscritto il: 14 set 2008, 11:41
Messaggi: 2382
Località: Alessandria
sesso: m
Casetta: viewtopic.php?f=24&t=940
Ciao,
a parte le varie possibilità date dalla PET e dalla TAC, esami avanzati che non vengono mai prescritti se non dopo iter molto lunghi, consiglierei di effettuare una "analisi molecolare da sangue periferico" per la quale serve solo il solito tipico prelievo del sangue. Tieni presente che, spesso, gli altri esami del sangue di routine non individuano la malattia.
Consigliati con l'ematologo e senti cosa ne pensa.
Un abbraccio.


Top
 Profilo Invia messaggio privato  
 
 Oggetto del messaggio: Re: la fine del malato immaginario?
MessaggioInviato: 13 ago 2015, 20:45 
Non connesso
Nuovo Utente
Nuovo Utente

Iscritto il: 9 ago 2015, 17:55
Messaggi: 7
sesso: f
grazie mille per il tuo consiglio. (so che vuoi ti si dia del tu). Oltre a ciò' che ne pensi del quadro generale. L'ematologo non vuole nemmeno farmi un'ecografia ai linfonodi inguinali. Probabile faro' le analisi di testa mia.


Top
 Profilo Invia messaggio privato  
 
 Oggetto del messaggio: Re: la fine del malato immaginario?
MessaggioInviato: 13 ago 2015, 21:12 
Non connesso
piccolopassista d.o.c.
piccolopassista d.o.c.
Avatar utente

Iscritto il: 14 set 2008, 11:41
Messaggi: 2382
Località: Alessandria
sesso: m
Casetta: viewtopic.php?f=24&t=940
per il tu, perfetto!
Cosa ne penso? Meglio approfondire e poi poter affermare che sei ipocondriaca. :mrgreen:


Top
 Profilo Invia messaggio privato  
 
 Oggetto del messaggio: Re: la fine del malato immaginario?
MessaggioInviato: 16 ago 2015, 9:19 
Non connesso
veterano
veterano

Iscritto il: 30 ott 2014, 19:16
Messaggi: 397
sesso: m
7 giorni di ricovero per difficoltà respiratorie edi deglutizione dovute al linfonodo al collo. Consiglio il PTV a Roma. Ti fanno ogni esame possibile e ti dicono tutto. Almeno fai presto. E speriamo bene!

_________________
Nè hodgkin, Nè mai


Top
 Profilo Invia messaggio privato  
 
 Oggetto del messaggio: Re: la fine del malato immaginario?
MessaggioInviato: 16 ago 2015, 11:18 
Non connesso
frequentatore
frequentatore

Iscritto il: 9 ago 2015, 11:12
Messaggi: 24
sesso: f
Cara Irene , la penso esattamente come nonno gamy. Fai le dovute indagini poi speriamo che i risultati dicano che sei ipocondriaca. Spesso i medici difronte ad una persona ansiosa commettono l'errore di essere superficiali. Anche a me è successa più o meno la stessa cosa con il mio medico di famiglia. Non mi ha mai nemmeno voluta visitare, né mai prescritto analisi o ecografie. Io ho fatto tutto da sola ed ho scoperto che un bel LNH si era impossessato di me, fortunatamente al 1 stadio. Sicuramente non sarà nulla ma fai tutti i controlli. Un bacio.


Top
 Profilo Invia messaggio privato  
 
 Oggetto del messaggio: Re: la fine del malato immaginario?
MessaggioInviato: 17 ago 2015, 10:08 
Non connesso
Nuovo Utente
Nuovo Utente

Iscritto il: 9 ago 2015, 17:55
Messaggi: 7
sesso: f
Grazie a tutti. Oggi mi reco all'ospedale della mia città natale, grosseto, per una visita e mi farò segnare accertamenti. La notte continuano le sudarelle e il pruriti va e viene. La gastrite è diventata colite con di dolori qua e là. Credo sempre meno all'ipotesi ipocondria e spero solo che la mia ansia mi abbia almeno fatto accorciare i tempi. Ho paura.


Top
 Profilo Invia messaggio privato  
 
 Oggetto del messaggio: Re: la fine del malato immaginario?
MessaggioInviato: 20 ago 2015, 16:08 
Non connesso
Nuovo Utente
Nuovo Utente

Iscritto il: 9 ago 2015, 17:55
Messaggi: 7
sesso: f
Salve,
Quello che sono riuscita ad ottenere dai medici è un'eco ai linfonodi inguinali. Il più grosso è un cm e tutti "di chiara natura reagente con ilio ben determinato e nessuna attività interna. E nuove analisi del sangue con VES ed elettroforesi in più delle precedenti. Tutto nella norma. Sudori assenti nelle ultime notti e pruriti decisamente diminuiti. In compenso mi sento stanca e credo di avere qualche decimo di febbre ogni tanto. Arrivato anche mal di gambe e ossa. Certo, arriva tutto con una velocità sospetta. Intorno a me mi consigliano uno psichiatra. Domani torno a zurigo. Nel panico. Un bacio a tutti e grazie.


Top
 Profilo Invia messaggio privato  
 
 Oggetto del messaggio: Re: la fine del malato immaginario?
MessaggioInviato: 21 ago 2015, 6:21 
Non connesso
piccolopassista d.o.c.
piccolopassista d.o.c.
Avatar utente

Iscritto il: 14 set 2008, 11:41
Messaggi: 2382
Località: Alessandria
sesso: m
Casetta: viewtopic.php?f=24&t=940
Ciao,
entro 1 cm i linfonodi non vengono presi molto in considerazione.
Tra gli esami del sangue ti avevano prescritto anche LDH, Beta2 microglobuline e PCR?
Buon viaggio!


Top
 Profilo Invia messaggio privato  
 
 Oggetto del messaggio: Re: la fine del malato immaginario?
MessaggioInviato: 21 ago 2015, 6:58 
Non connesso
Nuovo Utente
Nuovo Utente

Iscritto il: 9 ago 2015, 17:55
Messaggi: 7
sesso: f
Ciao e grazie della risposta. Si per PCR e beta2 che sono a posto, come la VES. Manca LHD. Il punto è che anche se rimarco il fatto della sudorazione (assente da una settimana) e dei pruriti, non sembra che chi mi ha visto (ematologo compreso) dia credito all'ipotesi linfoma. Io invece di star meglio però sto peggio. Mal di pancia e sensazione di "fastidio" in tutti i distretti linfo nodali (a volte anche dietro il ginocchio). Sono arrivata al compromesso di recarmi dallo psichiatra E da un altro specialista nel caso non stia meglio. Non vedo cos'altro fare. So che l'eco non è deprimente (il referto però è molto netto -sicuramente reagenti-) e le analisi neppure; ma un po' posso tranquillizzarmi. Se il linfonodi di 1,19 cm cresce di una virgola finisce che me lo tolgo da sola e glielo porto. Grazie ancora, ho bisogno di aiuto, questo è fuor di dubbio.


Top
 Profilo Invia messaggio privato  
 
 Oggetto del messaggio: Re: la fine del malato immaginario?
MessaggioInviato: 21 ago 2015, 7:54 
Non connesso
frequentatore
frequentatore

Iscritto il: 9 ago 2015, 11:12
Messaggi: 24
sesso: f
Anche la riconoscibilità dell'Ilo è un buon segno.


Top
 Profilo Invia messaggio privato  
 
 Oggetto del messaggio: Re: la fine del malato immaginario?
MessaggioInviato: 21 ago 2015, 9:29 
Non connesso
Nuovo Utente
Nuovo Utente

Iscritto il: 9 ago 2015, 17:55
Messaggi: 7
sesso: f
Ciao grazie per la risposta. Ho letto la tua storia. Nel tuo caso l'ecografia è stata eloquente?


Top
 Profilo Invia messaggio privato  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ] 

la fine del malato immaginario?

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010





Google